Europeana 2019/2020


www.digscuola.eu/europeana2

Attività progettata, coordinata e realizzata dalla prof.ssa Sandra Troia (Equipe Territoriale Formativa – PUGLIA PNSD)

 

Gruppo di lavoro – classe III

destinatari: studenti 12-13 anni (provenienti da classi differenti dell’Istituto Scolastico)

lingua madre: italiano

lingua veicolare: italiano

lingua risorse consultate: inglese, italiano

Scenario d’apprendimento “Mi posso fidare?

Il docente introduce lo scenario d’apprendimento e il progetto

Presentazione progetto EUROPEANA https://www.europeana.eu/portal/en – https://blogs.eun.org/teachwitheuropeana/wp-activate.php

L’alfabetizzazione mediatica (media literacy)

L’alfabetizzazione mediatica, la nostra capacità di accesso, comprensione critica e interazione con i media non è mai stata così importante come nella società di oggi. Permette ai cittadini di tutte le età di navigare nel moderno ambiente di notizie e di prendere decisioni informate.

L’alfabetizzazione mediatica riguarda diversi media (radiodiffusione, radio, stampa), diversi canali di distribuzione (tradizionali, internet, social media) e risponde alle esigenze di tutte le età.

L’alfabetizzazione mediatica è essenziale per contrastare gli effetti delle campagne di disinformazione e delle notizie false che si diffondono attraverso i media digitali.

La Audiovisual Media Services Directive (AVMSD) recentemente rivista rafforza il ruolo dell’alfabetizzazione mediatica. Richiede agli Stati membri di promuovere e adottare misure per lo sviluppo delle competenze di alfabetizzazione mediatica.

Il docente guida gli allievi a conoscere il tema dell’educazione ai media e a riflettere sulla competenza “Elaborazione delle informazioni”

Task

Insieme ai tuoi compagni cerca caggiori informazioni sull’educazione ai media partendo da https://it.wikipedia.org/wiki/Educazione_ai_media

Prova a descrivere, con parole tue, la media literacy e a spiegare perché è importante.

Confronta la tua risposta con quella dei tuoi compagni.

Utilizza per questo compito la lavagna digitale condivisa http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/Media%20literacy

Consulta https://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/digital-competences

Leggi con attenzione la descrizione dei livelli di padronanza per la competenza “Elaborazione delle informazioni”.

Secondo te qual è il livello della tua competenza nella elaborazione delle informazioni?

Condividi la tua auto-valutazione sulla bacheca digitale http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/ELABORAZIONE%20DELLE%20INFORMAZIONI

Il docente introduce un tema di riflessione “la disinformazione”

L’esposizione dei cittadini alla disinformazione su larga scala, comprese informazioni fuorvianti o false, è una grande sfida per l’Europa. La Commissione sta lavorando per attuare azioni per affrontare la diffusione e l’impatto della disinformazione online in Europa e garantire la protezione dei valori e dei sistemi democratici europei. (Fonte https://ec.europa.eu/digital-single-market/en/tackling-online-disinformation)

Gli strumenti a disposizione

Il Codice di condotta sulla disinformazione è il primo insieme di norme di autoregolamentazione a livello mondiale per combattere la disinformazione firmato volontariamente da piattaforme, principali social network, inserzionisti e industria pubblicitaria nell’ottobre 2018.

I firmatari del Codice hanno presentato tabelle di marcia dettagliate per agire in 5 aree:

  • Interruzione delle entrate pubblicitarie di determinati account e siti Web che diffondono disinformazione.
  • Rendere più trasparenti la pubblicità politica e la pubblicità basata sui numeri.
  • Affrontare il problema degli account falsi e dei bot online.
  • Consentire ai consumatori di segnalare disinformazione e accedere a diverse fonti di notizie, migliorando al contempo la visibilità e la reperibilità dei contenuti autorevoli.
  • Autorizzare la comunità di ricerca a monitorare la disinformazione online attraverso l’accesso conforme alla privacy ai dati delle piattaforme.

(Fonte https://ec.europa.eu/digital-single-market/en/tackling-online-disinformation)

Task

Quale, secondo te, è l’area individuata nel codice di condotta sulla disinformazione su cui è più importante focalizzare l’attenzione? Perché?

Confronta la tua risposta con quella dei tuoi compagni.

Utilizza per questo compito la lavagna digitale condivisa http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/Codice%20di%20condotta

Il docente introduce un tema di riflessione “i discorsi d’odio e il linguaggio offensivo

I discorsi d’odio e il linguaggio offensivo

I discorsi d’odio e il linguaggio offensivo rivolti a minoranze etniche, religiose, sessuali, immigrati e altri gruppi sono un fenomeno diffuso in Europa. Il Consiglio d’Europa e i suoi Stati membri hanno adottato varie misure e iniziative per affrontare questo problema, garantendo a tutti il ​​diritto fondamentale alla libertà di espressione e di informazione. (Fonte https://www.coe.int/en/web/freedom-expression/zagreb2018 )

 

La migrazione non è un crimine

La migrazione non è un crimine. È una pratica antica come la civiltà umana e un diritto umano riconosciuto in molti trattati internazionali.

Dal 2013 i media europei hanno riferito intensamente sugli arrivi giornalieri sulle coste del Mediterraneo e il tono di molte notizie ha gonfiato l’idea della migrazione come un problema di emergenza e una potenziale minaccia per la sicurezza dei cittadini europei.

Perché è importante? Vi sono due fatti che non possono essere ignorati: la migrazione nei paesi sviluppati rimarrà una componente fissa delle società per molti anni a venire, e i media svolgono un ruolo fondamentale nel definire l’opinione pubblica e la politica in quelle società. Attirare l’attenzione su entrambe le questioni è fondamentale per una convivenza pacifica sostenibile in un ambiente multiculturale. (Fonte https://blogs.unicef.org/evidence-for-action/migration-hate-speech-and-media-ethics/)

Task

Guarda questo video e condividi con i tuoi compagni le tue riflessioni ed emozioni.

Condividi le tue riflessioni ed emozioni nella bacheca condivisa http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/Le%20mie%20emozioni%20dopo%20il%20video

Il docente presenta la piattaforma EUROPEANA con riferimento a sezioni specifiche

Task

Immagina di aver realizzato un manifesto pubblicitario sul tema dell’attenzione dei dati. Scegli una licenza da attribuire a questo tuo ipotetico prodotto. Utilizza https://creativecommons.it

Condividi la scelta della licenza e motivala

http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/La%20licenza%20che%20prediligo%20è…

Seleziona la foto di un/a migrante famoso/a tra quelle presenti nella sezione “famous migrants”.

Approfondisci la storia di questa persona utilizzando la rete internet per cercare informazioni sulla sua biografia.

Utilizzando la piattaforma https://mapmaker.nationalgeographic.org ripercorri  e segna sulla carta geografica gli spostamenti che questa persona ha effettuato nel corso della sua vita.

Condividi il tuo percorso di ricerca e di approfondimento con i tuoi compagni.

 

Il docente introduce un tema di riflessione “i media possono svolgere un ruolo fondamentale nell’influenzare la percezione pubblica dei migranti e / o nel facilitare la loro integrazione”

I media possono svolgere un ruolo fondamentale

I media possono svolgere un ruolo fondamentale nell’influenzare la percezione pubblica dei migranti e / o nel facilitare la loro integrazione. Possono essere un firewall contro il razzismo e la xenofobia o un catalizzatore di reazioni ostili istintive ed emotive nei confronti dei migranti.

In Europa questo è diventato particolarmente evidente. In molti paesi si è diffuso un aumento significativo dell’uso del discorso d’odio, spesso incolpando gli immigrati e le minoranze per le difficoltà dei loro stessi paesi.

Anche opinioni editoriali innocue – se lette una ad una – possono alimentare un flusso continuo di discorsi di odio che non si fermano.

Piccole notizie, storie, reportage o persino singole parole possono danneggiare l’immagine dei migranti e creare barriere alla comprensione dell’intero fenomeno. E stiamo appena iniziando a capire come massicce piattaforme di social media possano accelerare notevolmente tale discorso in Europa e Nord America.

 

Nel maggio 2016 il Parlamento italiano ha istituito la Commissione Jo Cox (https://www.camera.it/leg17/1264) su intolleranza, xenofobia, razzismo e odio con l’intento di esplorare il fenomeno del discorso dell’odio in Italia. (Fonte https://blogs.unicef.org/evidence-for-action/migration-hate-speech-and-media-ethics/)

Task

Facendo riferimento alle notizie che hai appreso attraverso i media, secondo la tua percezione il numero dei migranti attualmente nel tuo Paese è cresciuto o diminuito?

Confronta la tua percezione con quella dei tuoi compagni.

 

Il docente guida gli studenti alla consultazione e lettura di dati statistici

L’Istituto nazionale di statistica (Istat o ISTAT)

L’Istituto nazionale di statistica (Istat o ISTAT) è un ente pubblico di ricerca italiano che si occupa dei censimenti generali della popolazione, dei servizi e dell’industria, e dell’agricoltura, di indagini campionarie sulle famiglie e di indagini economiche generali a livello nazionale.

L’operato dell’istituto è supervisionato dalla Commissione per la garanzia dell’informazione statistica della Presidenza del Consiglio dei ministri, che ha il compito di garantire l’imparzialità e la completezza dei dati raccolti e pubblicati.

I contenuti pubblicati dall’Istat sono disponibili con licenza Creative Commons Attribuzione 3.0. (Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Istituto_nazionale_di_statistica)

Consultazione guidata della piattaforma http://dati.istat.it/Index.aspx

 

Task 

Consulta questa selezione di fonti, che sei fortemente invitato/a ad integrare con altre in tuo possesso, per mettere a confronto la tua percezione e ciò che “raccontano” i dati di fonti accreditate.

https://www.interno.gov.it/it/sala-stampa/dati-e-statistiche/sbarchi-e-accoglienza-dei-migranti-tutti-i-dati

https://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php?title=Migration_and_migrant_population_statistics/it

La tua percezione relativa al numero dei migranti attualmente nel tuo Paese è in linea con i dati forniti dalle fonti cosultate?

Il docente introduce il tema delle “fake news”

Consultazione “Dall’autismo colpa dei vaccini ai migranti che infettano: le fake news più gettonate” https://www.ilsole24ore.com/art/dall-autismo-colpa-vaccini-migranti-che-infettano-le-fake-news-piu-gettonate-ACs42ov?refresh_ce=1 

Task

Prova a definire con parole tue una definizione di “fake news”.

Confonta la tua definizione con quella dei tuoi compagni.

Metti a confronto le definizioni redatte con quelle disponibili online. Inizia dalla consultazione di https://it.wikipedia.org/wiki/Fake_news

La tua definizione è in linea con altre definizioni presenti online?

Utilizza la bacheca condivisa http://linoit.com/users/sandratroia/canvases/I.C.%20ALFIERI%202019%20

 

Il docente introduce il tema del data jounalism

Data journalism

Per data journalism o giornalismo dei dati s’intendono le inchieste o i reportage realizzati con gli strumenti della matematica, della statistica e delle scienze sociali e comportamentali, applicate alla pratica del giornalismo. (Fonte https://it.wikipedia.org/wiki/Data_journalism)

#Pillole 1.4 Cos’è il Data Journalism from OpenCoesione on Vimeo.

 

Il docente guida alla consultazione della piattaforma EUROPEANA con riferimento a sezioni specifiche

Conoscersi per essere più vicini

I paesi europei, con musei, gallerie, biblioteche e archivi in ​​tutta Europa, organizzano giornate in cui persone, giovani e meno giovani, sono invitate a condividere le loro storie, con materiale come immagini, diari, video e lettere.

Europeana promuove l’iniziativa “CONDIVIDI LA TUA STORIA DI MIGRAZIONE” https://contribute.europeana.eu/migration

Tutti abbiamo oggetti – come immagini, lettere, cartoline o ricette – da condividere e storie da raccontare da dove veniamo e che cosa ha plasmato la nostra vita. Per molti di noi ciò riguarda le storie personali di immigrazione e immigrazione della nostra famiglia, della nostra famiglia o della nostra comunità.

 

Task

Rispondi al quesito: ritieni utile l’iniziativa “CONDIVIDI LA TUA STORIA DI MIGRAZIONE”? A quale scopo?

Confronta la tua risposta con quella dei tuoi compagni.

Consulta la sezione in EUROPEANA dedicata alla “Migration day” tenutasi presso il MUSEO DELLA GRAFICA nella città di Pisa https://www.europeana.eu/portal/en/search?q=proxy_dcterms_isPartOf%3A%22Europeana%20Migration%20collection%20day%2C%20Pisa%2C%20Museo%20della%20Grafica%2C%202018-10-12–2018-10-12%22&view=grid 

con particolare attenzione alle testimonianze:

Il robot Numero Uno

Migranti siamo tutti

Immigrazione per necessità

Un giorno tornerò a casa

Quali riflessioni queste testimonianze hanno suscitato in te? Confronta la tua risposta con quella dei tuoi compagni.

Il docente guida alla produzione di un manifesto sul tema della media literacy

Task

Progetta e realizza insieme ai tuoi compagni un manifesto per diffondere il seguente messaggio: la media literacy è indispensabile per contrastare gli effetti delle campagne di disinformazione e delle notizie false che si diffondono attraverso i media digitali.

Per la realizzazione del prottotto puoi utilizzare soluzioni offline o online (https://www.photovisi.com/photovisi/overlapping-fade/fullsize)

Attribuisci al prodotto realizzato una licenza d’uso e condividilo con hashtag #MediaLiteracyEuropeana

Il docente guida alla riflessione dell’esperienza d’apprendimento

L’esperienza di apprendimento

L’esperienza di apprendimento “Mi posso fidare” ha come obiettivo primario il consolidamento e il potenziamento di due competenze chiave individuate nella RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2018 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente (https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/PDF/?uri=CELEX:32018H0604(01) ).

Queste competenze sono:

  • competenza digitale
  • competenza personale, sociale e capacità di imparare a impara

La competenza digitale presuppone l’interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico e responsabile per apprendere, lavorare e partecipare alla società. Essa comprende l’alfabetizzazione informatica e digitale, la comunicazione e la collaborazione, l’alfabetizzazione mediatica, la creazione di contenuti digitali (inclusa la programmazione), la sicurezza (compreso l’essere a proprio agio nel mondo digitale e possedere competenze relative alla cibersicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la risoluzione di problemi e il pensiero critico.

  • Le persone dovrebbero assumere un approccio critico nei confronti della validità, dell’affidabilità e dell’impatto delle informazioni e dei dati resi disponibili con strumenti digitali ed essere consapevoli dei principi etici e legali chiamati in causa con l’utilizzo delle tecnologie digitali.
  • Le persone dovrebbero essere in grado di utilizzare le tecnologie digitali come ausilio per la cittadinanza attiva e l’inclusione sociale, la collaborazione con gli altri e la creatività nel raggiungimento di obiettivi personali, sociali o commerciali.

La competenza personale, sociale e la capacità di imparare a imparare consiste nella capacità di riflettere su sé stessi, di gestire efficacemente il tempo e le informazioni, di lavorare con gli altri in maniera costruttiva, di mantenersi resilienti e di gestire il proprio apprendimento e la propria carriera. Comprende la capacità di far fronte all’incertezza e alla com­plessità, di imparare a imparare, di favorire il proprio benessere fisico ed emotivo, di mantenere la salute fisica e mentale, nonché di essere in grado di condurre una vita attenta alla salute e orientata al futuro, di empatizzare e di gestire il conflitto in un contesto favorevole e inclusivo.

  • Presuppone la conoscenza delle proprie strategie di apprendimento preferite, delle proprie necessità di sviluppo delle competenze e di diversi modi per sviluppare le competenze e per cercare le occasioni di istruzione, formazione e carriera, o per individuare le forme di orientamento e sostegno disponibili.
  • Vi rientrano la capacità di individuare le proprie capacità, di concentrarsi, di gestire la complessità, di riflettere critica­ mente e di prendere decisioni. Ne fa parte la capacità di imparare e di lavorare sia in modalità collaborativa sia in maniera autonoma, di organizzare il proprio apprendimento e di perseverare, di saperlo valutare e condividere, di cer­ care sostegno quando opportuno e di gestire in modo efficace la propria carriera e le proprie interazioni sociali.

Task

Rifletti sull’esperienza condotta.

  • L’esperienza di apprendimento ha mosso la tua curiosità? Perché?
  • Quale tema in particolare ti ha interessato? Vorresti approfondirlo?
  • Quali sono le tue impressioni relativamente al lavoro collaborativo che hai svolto?
  • Preferisci lavorare da solo/a o in modo collaborativo?
  • Hai incontrato difficoltà a lavorare con i compagni? Quali?
  • Quale strumento/ambiente digitale hai trovato più utile per facilitare il tuo processo di apprendimento? Perché?
  • Quale strumento/ambiente digitale hai trovato meno utile per facilitare il tuo processo di apprendimento? Perché?
  • Hai riscontrato difficoltà nello svolgere i compiti assegnati? Quali?
  • Hai riscontrato difficoltà nell’uso degli strumenti/ambienti digitali suggeriti? Quali?
  • Ritieni di aver consolidato le tue competenze atraverso questa esperienza? In che modo?
  • Consiglieresti questa esperienza ai tuoi compagni? Perché?
  • Hai suggerimenti per migliorare l’esperienza di apprendimento? Quali?

 

 

 

https://learningapps.org

—–

 

Gruppo di lavoro – classe II

destinatari: studenti 11-12 anni (provenienti da classi differenti dell’Istituto Scolastico)

lingua madre: italiano

lingua veicolare: italiano

lingua risorse consultate: inglese, italiano

Sperimentazione scenario di apprendimento

“Advertising (EN-CUR-205)”

I SESSIONE DI LAVORO

attività

  • Introduzione generale all’attività
  • Esplorazione della piattaforma Europeana
  • Intruduzione allo scenario di apprendimento
  • Le licenze delle risorse digitali
  • La ricerca online di risorse digitali

siti consultati

 

II SESSIONE DI LAVORO

attività

siti consultati

Europeana-DSI-4-learning-scenario-EN-Taslak

Vintage Advertising: Selling the Impossible

III SESSIONE DI LAVORO

attività

siti consultati

IV SESSIONE DI LAVORO

attività

siti consultati

V SESSIONE DI LAVORO

attività

Link alle risorse da valutare http://www.digscuola.eu/implementazione-scenario-advertising-en-cur-205/

Link ai loghi da valutare http://www.digscuola.eu/implentazione-task-2/

I Task

Crea un manifesto pubblicitario per la tua città (immagini e testo).

“Vieni a Taranto perché…”

Utilizza gli ambienti di editing proposti e non dimenticare di indicare la licenza d’uso https://creativecommons.org/choose/?lang=it !

I prodotti realizzati http://www.digscuola.eu/implementazione-scenario-advertising-en-cur-205/

II TASK

Crea un logo per i GIOCHI DEL MEDITERRANEO 2026 che possa essere utilizzato per la promozione pubblicitaria.

Utilizza gli ambienti di editing proposti e non dimenticare di indicare la licenza d’uso https://creativecommons.org/choose/?lang=it !

I prodotti realizzati http://www.digscuola.eu/implentazione-task-2/

III TASK

Impariamo a valutare i prodotti che abbiamo realizzato.

Utilizzando la lavagna condivisa create in modo collaborativo una scheda per la valutazione dei prodotti digitali che sia utile all’autore per migliorare il proprio lavoro.

La scheda deve contenere:

  • 10 elementi da valutare (da 1 a 10)
  • uno spazio aperto per i suggerimenti

LAVAGNA CONDIVISA https://docs.google.com/document/d/19oa90o7WhhOv0HBJyru8kL66J8qD7tUbck3M1oTRP2U/edit?usp=sharing

CREAZIONE COLLABORATIVA MODULO https://docs.google.com/forms/d/1tje4OzYyCWb3teR9sSMtIcqg1RQzN2FbgJYXCRDpkpg/edit?usp=sharing

Repository

Fotografie e immagini selezionate/scattate dagli studenti

https://drive.google.com/drive/folders/1ElKe4ooFHBDoQ261rdqUlvhSCbQ3r5WZ?usp=sharing

Per concludere…https://forms.gle/dVZyPUUB9kCEVifi7

L’ambiente di apprendimento

AMBIENTE DI APPRENDIMENTO ONLINE http://www.lifeskill.eu

Il modulo di iscrizione

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
Facebook
Twitter