La scuola laboratorio di competenze per la cittadinanza


PREMESSA

Le competenze chiave per la cittadinanza attiva e l’inclusione sono le necessarie radici su cui far crescere il benessere di soggetti e comunità. Dal 2006, anno di pubblicazione della prima Raccomandazione europea sulle competenze relative all’apprendimento permanente, molto è stato fatto in questa direzione in ambito europeo e nazionale.

Oggi la scuola italiana è una scuola delle competenze che si pone l’obiettivo di formare cittadini competenti. Nonostante gli evidenti sforzi compiuti, alcune competenze trasversali non sono ancora oggi significativamente parte integrante della progettazione e della pratica didattica in ambito scolastico (a livello italiano ed europeo). In particolare, risulta necessario rafforzare gli interventi legati a: competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale.

Cittadini (genitori, personale della scuola) e nuovi cittadini (studenti) vivono sfide di apprendimento complesse e sempre nuove che si allargano su due dimensioni integrate: quella analogica e quella digitale. La scuola necessariamente deve cambiare volto ed essere considerata, da operatori e utenza, non solo come luogo di “trasmissione”, ma anche, e soprattutto, come laboratorio per la produzione di cultura, per la creazione di valore e per l’orientamento attivo all’innovazione.

Naturalmente realizzare il progetto di una scuola laboratorio di innovazione, in grado di aggiornare in modo proattivo il proprio ruolo, di formare cittadini competenti richiede la disponibilità di risorse umane qualificate ed adeguati beni strumentali.

DESCRIZIONE

L’impianto progettuale ruota attorno alla realizzazione di interventi utili ad informare/formare (studenti, genitori, docenti) sul ruolo chiave delle competenze trasversali (competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale) seguendo i modelli elaborati da:

Centro Comune di Ricerca della Commissione europea

  • DigComp 2.1 (The Digital Competence Framework for Citizens with eight proficiency levels and examples of use),
  • DigCompEdu (European Framework for the Digital Competence of Educators),
  • EntreComp (The Entrepreneurship Competence Framework),

e  Consiglio d’Europa

  • Competenze per una cultura della democrazia (Vivere insieme in condizioni di parità in società democratiche e culturalmente diverse)

L’intervento si pone in linea con quanto indicato:

  • nel Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), documento di indirizzo del MIUR, per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale;
  • nella RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2018 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

Il Progetto può essere suddiviso in fasi articolate in un arco temporale di 12 mesi:

  • Monitoraggio delle attività più significative attività condotte nella Regione Puglia e dei fabbisogni formativi del target di riferimento (genitori, docenti, studenti) in relazione alle competenze chiave (competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale) e ai modelli DigComp, DigCompEdu, EntreComp, Competenze per una cultura della democrazia.
  • Attuazione delle attività e produzione prodotti (attività di formazione del personale docente);
  • Trasferimento della buona pratica (attività di formazione di studenti e genitori);
  • Disseminazione per la diffusione e valorizzazione dei prodotti.

Nello specifico sarà:

  • predisposto il sito web di progetto che si avvarrà delle modalità pervasive di comunicazione e diffusione proprie dei social network e dei microblogging;
  • organizzato un meeting per la costituzione del comitato tecnico scientifico e l’approvazione del Piano Operativo Dettagliato;
  • realizzato il monitoraggio delle più significative attività condotte nella Regione Puglia finalizzate al consolidamento/potenziamento di quattro specifiche competenze chiave (competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale) così come declinate nella RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2018 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente e nei framework sopra menzionati;
  • realizzato il monitoraggio dei fabbisogni formativi del target di riferimento (genitori, docenti, studenti) in relazione alle competenze chiave (competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale) così come declinate nella RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2018 relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente e nei framework sopra menzionati;
  • realizzata la formazione di un team composto da docenti interni ed esterni alla scuola promotrice dell’intervento (in modalità blended learning) a cui sarà affidato il compito di facilitare la realizzazione dell’iniziativa (anche con il fine di assicurare la sostenibilità nel tempo di tutte le attività sviluppate durante il progetto);
  • realizzata la produzione di modelli di Learning Object (con licenza Free Culture) e di modelli di percorsi di auto-valutazione (con licenza Free Culture) per la formazione aperta accessibile attraverso il sito web dedicato al progetto;
  • realizzata la formazione di studenti/genitori/docenti utilizzando ambienti user friendly per l’informazione/formazione;
  • organizzato un seminario per la presentazione degli esiti del progetto e la diffusione delle buone prassi;
  • data particolare attenzione alla trasferibilità della buona pratica implementata dal modello.

DESTINATARI

Il target è rappresentato dalle comunità educative delle scuole di ogni ordine e grado della Regione Puglia (studenti, genitori, docenti).

Il Progetto, per sua conformazione, ben si presta alla  trasferibilità delle attività anche in altre Regioni italiane, scuole italiane all’estero, scuole europee, determinando una buona pratica di riferimento.

OBIETTIVI

La finalità generale del progetto risiede nel:

  • diffondere a tutti i livelli della società italiana la consapevolezza dell’importanza del consolidamento e aggiornamento continuo di tutte le competenze chiave;
  • recuperare eventuali gap nella progettazione e realizzazione di interventi educativi connessi a: competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale) così come declinate nella RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 22 maggio 2018;
  • facilitare il consolidamento e il miglioramento dell’attività didattica per competenze;
  • facilitare il consolidamento e il miglioramento dell’attività di auto-valutazione delle competenze;
  • facilitare la conoscenza , l’impiego e l’integrazione di modelli di riferimento europei nella progettazione e realizzazione di interventi educativo;
  • facilitare la costituzione di una comunità di pratica sui temi del progetto.

METODOLOGIE STRATEGICHE PER ACCRESCERE LA CONSAPEVOLEZZA E LA PARTECIPAZIONE DI ALUNNI E DOCENTI

Sono previsti:

  • l’utilizzo delle Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione per facilitare e personalizzare l’esperienza d’apprendimento;
  • l’implementazione di ambienti digitali, user friendly per l’auto-apprendimento e l’auto-valutazione;
  • l’utilizzo di framework accreditati e riconosciuti in ambito europeo;
  • la predisposizione di un ambiente digitale per la condivisione delle buone prassi;
  • la costituzione di una comunità di pratica per la valorizzazione dell’esperienza realizzata. 

FORMAZIONE PERSONALE DOCENTE

La formazione è organizzata, coordinata e gestita dall’Istituto.

È organizzata in modalità Blended Learning e si propone di informare/formare il personale docente su:

  • la progettazione e realizzazione di interventi di didattica per competenze;
  • le competenze chiave (in particolare: competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale);
  • i modelli europei: DigComp, DigCompEdu, EntreComp, Competenze per una cultura della democrazia.

Le conoscenze e competenze acquisite saranno poi spendibili, a seconda dei contesti, nelle varie realtà scolastiche degli insegnanti partecipanti e per la condizione di attività rivolte a:

  • studenti
  • genitori

Il percorso formativo prevede tre moduli come di seguito articolati:

PRIMO MODULO:

  • la progettazione e realizzazione di interventi di didattica per competenze;
  • la produzione di LO e di percorsi di auto-valutazione in ambiente digitale.

SECONDO MODULO:

  • la progettazione e realizzazione di interventi didattici orientati alle competenze chiave (in particolare: competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale);
  • la produzione di LO e di percorsi di auto-valutazione in ambiente digitale.

TERZO MODULO:

  • la progettazione e realizzazione di interventi didattici orientati ai modelli europei: DigComp, DigCompEdu, EntreComp, Competenze per una cultura della democrazia;
  • la produzione di LO e di percorsi di auto-valutazione in ambiente digitale.

FORMAZIONE ALUNNI

La formazione sarà realizzata  in orario curricolare dai docenti, formati nell’ambito del progetto, con l’utilizzo dell’ambiente e delle risorse digitali ad essi dedicati.

È  parte integrante del percorso di formazione diretto al personale docente.

L’articolazione della formazione rivolta agli alunni prevede:

interventi educativi e informativi su

  • Le nuove competenze chiave per la cittadinanza
  • Focus su competenza digitale, competenza personale, sociale e capacità di imparare a imparare, competenza in materia di cittadinanza, competenza imprenditoriale
  • Mettere alla prova le competenze con un compito di realtà

e attività laboratoriali (analogico-digitali) orientate allo svolgimento di compiti di realtà.

DOCUMENTAZIONE

L’attività nel suo complesso richiede una costante documentazione del percorso che prevederà:

  • relazione conclusiva dell’intero percorso da parte del docente referente
  • documentazione delle attività didattiche ed educative svolte in orario scolastico ed extrascolastico (utilizzo di supporti multimediali)
  • condivisione dell’esperienza svolta con personale della scuola, studenti, genitori, territorio
  • predisposizione di repository per la condivisione di materiali prodotti

VALUTAZIONE

La valutazione  del progetto prevede:

  • Auto-valutazione dell’equipe didattica e dei risultati ottenuti raggiunti
  • Questionario di gradimento del percorso formativo per docenti
  • Questionario di gradimento del percorso formativo per alunni

Restituzione dei risultati e diffusione delle buone pratiche.

Direzione

prof.ssa Anna Maria SETTANNI

Esperti

prof.ssa Sandra TROIA

prof.ssa Teresa PALOMBA

prof. Vincenzo CONFORTI

Referente formazione docenti

prof.ssa Maria Carla POLESE

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
Facebook
Twitter